autuori_brunaDocente di lingua inglese e traduttrice, Bruna Autuori consegue la laurea in Scienze della Mediazione Linguistica presso l’Università degli Studi Suor Orsola Benincasa di Napoli.

Presenta come tesi di laurea la traduzione integrale ed inedita di una raccolta di racconti brevi dello scrittore scozzese James Kelman, il cui filone letterario lo porta oggi ad essere paragonato a scrittori del calibro di Beckett e Joyce. È grazie a questo lavoro che decide di approfondire gli studi sulla traduzione letteraria con la guida di Massimo Bocchiola, traduttore di Irvine Welsh, e Cesare De Marchi, traduttore di Balzac.

Dopo la laurea è Dublino la meta che l’avvicina ulteriormente al mondo di James Joyce: è lì, infatti, che rimane affascinata dall’evento letterario “Bloomsday”, che ogni anno vede protagonista lo scrittore irlandese.

A Genova, dove ha vissuto ed insegnato lingua inglese, segue con interesse l’evento “Bloomsday”, scegliendo così di idearne uno ad hoc per la città di Salerno, con l’obiettivo di creare una rete tra tutte quelle città italiane ed europee che ogni 16 giugno festeggiano lo scrittore irlandese.

Ritenendo che “Ulisse” di Joyce sia un testo fondante, oltre che formativo, inaugura nel 2016 una sezione di Bloomsday Salerno rivolta alle scuole e quindi agli studenti. Infatti, anche usando “Ulisse” in aula, trova forme alternative di insegnamento della lingua inglese.

Nel 2016 consegue il diploma di istruttore di Yoga, non solo perché affascinata dalla pratica, ma anche perché ritiene che siano molti i legami tra questa disciplina antichissima ed il flusso di coscienza joyciano inteso come elemento del mentale.